MENU

INFO

Le Cantine Florio

Le Cantine Florio

Il marchio Florio ha cambiato la Sicilia e la storia dell’enologia nazionale grazie a una tempesta nel 1773, dove il signor Woodhouse, ricco commerciante di Liverpool, non sarebbe sbarcato nel porto di Marsala dato che era diretto a Mazara del Vallo per concludere un grande affare. Per festeggiare il mancato pericolo atmosferico decise di visitare Marsala, in un’osteria assaggiò un vino della zona denominato Perpetuum, vino liquoroso, simile al Porto e piacque molto a Mister Woodhouse convincendolo all’acquisto di alcune casse.

Per ovviare al problema trasporto e conservazione del vino, fece aggiungere dell’alcol alle botti con l’obiettivo mirato di aumentarne la gradazione e garantire una perfetta tenuta fino allo sbarco in Inghilterra, fu un successo.

Nel 1833 Vincenzo Florio, acquistò un baglio a Marsala sul mare e fondò le cantine Florio, scalzò via gli inglesi decidendo di produrre un vino liquoroso, il Marsala, facendone il porta bandiera della Sicilia nel mondo.

Il Baglio Florio è stato restaurato e rimodernato negli ultimi anni, parliamo di quasi 14 mila metri quadri di cantine di produzione affiancate al reparto di affinamento, è un nuovo modo di concepire la degustazione offrendo ai propri ospiti un’esperienza sensoriale indimenticabile.

Non solo vino, durante la visita in cantina si possono ammirare dei quadri raffiguranti le storiche pubblicità degli anni trenta sul Marsala Florio tra cui spicca un Folletto disegnato dal milanese Giorgio Muggiani, noto illustratore.

Chiedeteci informazioni su come visitare la cantina, è una esperienza da fare.

SCOPRI LE ALTRE NOSTRE STRUTTURE